Warning: Table './robertoalbanipediatra/cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_page WHERE cid = 'http://roberto-albani-pediatra.it/faq/faq/malattie-gola-orecchie-e-vie-respiratorie' in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc on line 134

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/sites/all/libraries/bad-behavior/bad-behavior/screener.inc.php on line 9

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 729

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 730

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 731

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 732
Frequently Asked Questions - malattie gola orecchie e vie respiratorie | roberto-albani-pediatra.it
  • warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/common.inc on line 153.
  • warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/sites/all/libraries/bad-behavior/bad-behavior/screener.inc.php on line 9.

Frequently Asked Questions - malattie gola orecchie e vie respiratorie

Vorrei sapere il Suo parere in merito ad un punto del consenso preoperatorio per ipertrofia adenoidea sul punto: di dare il mio consenso ad eventuali emotrasfusioni che si rendessero necessarie. In caso di opposizione è indispensabile che sia fornita una esplicita dichiarazione. Le auguro una Santa Pasqua e la ringrazio nuovamente.

Una delle complicazioni dell'adenoidectomia che si può verificare, anche se molto raramente all'età di suo figlio, è un'emorragia. E' per questo che le chiedono il consenso e, in caso di diniego, i medici desiderano una dichiarazione "liberatoria". A parte le questioni di principio, se fossi in lei non mi preoccuperei in un caso o nell'altro, perché è estremamente improbabile che l'emotrasfusione si renda necessaria.

Non ha mai avuto febbre né mal di gola e né mal di orecchie nei primi tre anni. Da settembre che ha iniziato la scuola materna ha avuto in tre mesi 4 otiti recidivanti curate con la somministrazione di antibiotici sempre dopo aver atteso 48 ore con tachipirina e acqua fisiologica per liberare le vie respiratorie. Il mio pediatra non ha l'abitudine di dare antibiotici ma lui si ammala continuamente dopo essere stato a casa 2 settimana appena ritorna a scuola materna gli bastano quattro giorni per riprendere febbre, raffreddore, tosse e mal di orecchie. Il mio pediatra mi ha anche consigliato una cura per tre mesi di dieci capsule al mese di Broncovaxom che ho già iniziato a somministrargli. Quando lo potrò mandare a scuola come gli altri bambini senza ammalarsi ogni settimana?

Il suo pediatra forse esagera a non voler usare gli antibiotici. Un bambino che va all'asilo per il primo anno e che ha l'otite ricorrente, a mio avviso va curato con gli antibiotici, altrimenti rischia complicazioni alle orecchie e ai tessuti circostanti. Poi, come prevenzione, l'unico rimedio che funziona sono proprio gli antibiotici dati in piccole dosi giornaliere. Quel Bronchovaxom, come tutti i prodotti analoghi, non funzionano...

Mio figlio è disartrico con ritardo del linguaggio ed è in cura logopedica da 2 anni; ha sempre avuto un timbro di voce flebile ma ultimamente, con il miglioramento del linguaggio, questo problema si è accentuato con raucedine, spesso afonia. E' stato sottoposto a laringoscopia e le corde vocali sono a posto, il problema è fono-respiratorio, ma è stato riscontrato anche un modesto edema anteriore dovuto, secondo l'otorino, ad un possibile reflusso. Io non mi sono mai accorta di questo problema, anche se in effetti quando lo allattavo il bambino rigurgitava moltissimo, persino il colostro. Inoltre ha una lieve cardiopatia, una stenosi sottovalvolare aortica con gradiente lieve. Vorrei sapere a questo punto se devo fare qualcosa per stabilire se c'è questo reflusso e nel caso come procedere. Grazie e saluti.

Il fatto che suo figlio avesse dei rigurgiti così frequenti da piccolissimo dimostra chiaramente che lui il reflusso ce l’ha e che potrebbe essere benissimo la causa del suo problema laringeo. Provi a fare una cura, anche breve, di un paio di settimane, con le indicazioni che trova sul mio sito, e poi si regoli di conseguenza, a seconda dei risultati che ottiene.

Mio figlio è disartrico con ritardo del linguaggio ed è in cura logopedica da 2 anni; ha sempre avuto un timbro di voce flebile ma ultimamente, con il miglioramento del linguaggio, questo problema si è accentuato con raucedine, spesso afonia. E' stato sottoposto a laringoscopia e le corde vocali sono a posto, il problema è fono-respiratorio, ma è stato riscontrato anche un modesto edema anteriore dovuto, secondo l'otorino, ad un possibile reflusso. Io non mi sono mai accorta di questo problema, anche se in effetti quando lo allattavo il bambino rigurgitava moltissimo, persino il colostro. Inoltre ha una lieve cardiopatia, una stenosi sottovalvolare aortica con gradiente lieve. Vorrei sapere a questo punto se devo fare qualcosa per stabilire se c'è questo reflusso e nel caso come procedere. Grazie e saluti.

Il fatto che suo figlio avesse dei rigurgiti così frequenti da piccolissimo dimostra chiaramente che lui il reflusso ce l’ha e che potrebbe essere benissimo la causa del suo problema laringeo. Provi a fare una cura, anche breve, di un paio di settimane, con le indicazioni che trova sul mio sito, e poi si regoli di conseguenza, a seconda dei risultati che ottiene.

Alessia soffre dalla nascita di laringospasmo Alcuni suoi colleghi dicono che gli aerosol provocano irritazioni e di usare Bentelan per via orale, altri dicono l'opposto. Come dobbiamo comportarci quando comincia a tossire per ore ed ore.

Ciò che consiglio per il laringospasmo in generale è soprattutto di tenere la finestra aperta e far entrare aria fresca e umida dall'esterno. Talvolta è addirittura opportuno uscire a fare una passeggiata col bambino. Questo in genere dà molto sollievo alla tosse e al respiro affannoso e rumoroso. Gli aerosol sono una terapia tutta italiana, che non trova riscontro in nessun altro paese al mondo. Io non li uso. Se un bambino ha un attacco molto intenso di laringospasmo (o laringite virale spastica), si può usare una dose o due di cortisonico per via orale per attenuare i sintomi acuti. Tutto qui.

Caro dottore il mio bambino da quando è nato e per i primi 3 anni ha sofferto di reflusso gastroesofageo. Adesso sta per compiere 5 anni. Soffre di laringospasmo dall'età di 1 anno, ha già avuto 7 laringospasmi, per il primo è stato necessario il ricovero in ospedale per gli altri cerchiamo di risolvere noi con i Bentelan (siamo arrivati a 7 compresse in una notte). Ha sempre mal di gola o è raffreddato, adesso è anche in cura con antistaminici ma .... può darci un consiglio? ho cercato sempre di seguire i consigli dei suoi libri. La ringrazio

Non credo che il laringospasmo di suo figlio sia in relazione con il reflusso gastro-esofageo e, in genere, non pè un problema allergico. E' in genere un fatto legato a una particolare vulnerabilità delle corde vocali in certi bambini. Quando si verifica, invece di correre in ospedale o ricorrere subito al Bentelan, prenda il bambino e lo porti fuori casa a fare una passeggiata, così che possa respirare aria fredda e umida. Questo in genere ha un effetto molto benefico. Se funziona lo può fare anche più volte in una notte. Tenga i riscaldamenti al minimo poi e tenga un umidificatore a ultrasuoni sempre in funzione nella sua stanza...

Frequenti episodi di tosse "abbaiante" accompagnati a volte da vomito interpretati dai medici interpellati come reazioni allergiche. Prove allergiche negative all'età di 9 mesi da ripetere in questi giorni all'età di 2 anni. Le crisi sono ricominciate da 3 settimane.

La tosse abbaiante (tosse da foca) è dovuta in genere alla laringite acuta virale con laringospasmo. Nella mia esperienza questa malattia non è affatto di origine allergica, ma solo un'infezione virale in un bambino che ha una maggiore predisposizione al problema. E' molto comune nei bambini che vanno all'asilo, proprio perché vengono contagiati facilmente dai compagni. E' molto accentuata dall'aria secca dovuta ai riscaldamenti. Umidità ed aria fresca tendono a dare molto sollievo, talvolta meglio del cortisone che viene usato a fiumi per questo problema. Si dirada molto col passare del tempo e non si verifica più in genere dopo i quattro-cinque anni.

Bimba frequenta asilo nido da gennaio. Da 28/1 ad oggi 3 bronchiti asmatiformi la prima curata con clenil bentelan e mucosolvan, la 2a clenil mucosolvan bentelan e zimox la 3a clenil bentela broncovaleas e panacef. Continua tosse ancora e tanto muco sto dando sobrepin supp. e 2 aerosol di broncovaleas. Cosa fare x non dare cortisone? Cosa usare poi a titolo preventivo per coprire prossimo anno scolastico, eventualmente anche omeopatico? Cosa ne pensa di Lantigen B?

Le bronchiti asmatiformi di un bambino che va all'asilo sono dovute alle infezioni respiratorie virali, che si complicano con infezioni batteriche. Personalmente le curo sempre con un antibiotico ben mirato, piuttosto che usare cortisone e aerosol, di cui i pediatri italiani abusano senza troppo pensare. Per un bambino che ha la tendenza, come sua figlia, ad ammalarsene in continuazione, l'unica prevenzione che funzioni è di dare un antibiotico o un sulfamidico in maniera continuativa e in piccole dosi. Il Lantigen B e tutti i prodotti analoghi, i cosiddetti "immunostimolanti" non servono a nulla.

Mio figlio soffre da oltre un mese di epistassi,si è scoperta una varice. Consigliata terapia locale per 20 gg. poi causticare. Di cosa si tratta, è utile e necessario causticare? Grazie.

E' mia abitudine consigliare, per l'epistassi, di applicare, con un cottonfioc, della vasellina in pomata all'interno della narice, facendo penetrare il cottonfioc per un paio di centimetri e dirigendolo verso il centro del naso. E' proprio da quella parte della mucosa che si hanno facilmente delle emorragie, perché la mucosa si dissecca e si spacca facilmente nei bambini. La vasellina, applicata ogni giorno per una settimana almeno, in genere funziona molto bene e risparmia interventi come quello della cauterizzazione.

SCRIVO PER LA PRIMA VOLTA. LEGGO SEMPRE CON INTERESSE I SUOI ARTICOLI SU "IO E IL MIO BAMBINO". DOPO 4/5 MESI DA PANICO (CIOE' DOPO AVER SOMMINISTRATO AL MIO BIMBO) CON LA FREQUENZA DI UNA O DUE VOLTE AL MESE ANTIBIOTICI PER CURARE TONSILLITI ACUTE RICORRENTI "DA PRIMO ANNO" D'ASILO, SCOPRIAMO CON LA PEDIATRA LO STREPTOCOCCO BETA EMOLITICO E LO CURIAMO IN MODO EFFICACE, DEBELLANDO. LE ADENOIDI NEL FRATTEMPO RISULTANO PERO' PARECCHIO INGROSSATE E VISTO CHE LA CURA CON ARGOTONE E SPRAY D'ACQUA TERMALE SEMBRA NON FARE NULLA, CI VIENE CONSIGLIATA UNA VISITA SPECIALISTICA DA UN OTORINOLARINGOIATRA. SIAMO ORMAI AL TERZO MESE DI CURA CON BRONCHOVAXOM E TINSET E VA DECISAMENTE MEGLIO. PER LO MENO, BASTA CON GLI ANTIBIOTICI, TOSSE SECCA E STIZZOSA PER GIORNI INTERI E BIMBO SEMPRE NERVOSISSIMO E CON SCARSO APPETITO. PERO' IL NASO E' COMUNQUE SEMPRE CHIUSO, NOI TENTIAMO DI FARGLIELO SOFFIARE, MA NON SCENDE NULLA, SEMBRA INTASATO, L'UNICA COSA CHE RIESCE A FARE E' TIRARE SU. A GIORNI TOSSISCE ANCORA, MA LA TOSSE NON E' COSI' SECCA COME PRIMA ED IL BAMBINO STA DECISAMENTE MEGLIO: MANGIA, IL COLORITO E' ROSEO, NON HA PIU' PERSO UN GIORNO D'ASILO ED E' DECISAMENTE PIU' TRANQUILLO. IO PERO' SONO TERRORIZZATA: AD OGNI COLPO DI TOSSE E STARNUTO CHE FA, HO SEMPRE PAURA DI RICOMINCIARE DA CAPO COME QUALCHE MESE FA. FORSE IL PROBLEMA E' MIO, MA COSA DEVO FARE? SECONDO LEI LA CURA INDICATA E' CORRETTA E DOBBIAMO SOLO ASPETTARE CHE PASSI? DA CIRCA 15 GG. POI STRIZZA GLI OCCHI IN CONTINUAZIONE, DICE CHE GLI DANNO FASTIDIO, LO STIAMO CURANDO CON IL COLLIRIO VISUGLICAN MA NON PASSA. COSA PUO' ESSERE? GLI OCCHI NO SONO PARTICOLARMENTE ARROSSATI E NON HA SECREZIONI. UN' ULTIMISSIMA COSA: HA APPENA COMPIUTO I 4 ANNI E LA NOTTE FA ANCORA LA PIPI' A LETTO. DI GIORNO HA ABBANDONATO IL PANNOLINO PRESTO (A 2 ANNI),MA DI NOTTE NON C'E' VERSO. E' ANCORA PRESTO O SI PUO' GIA' PARLARE DI ENURESI? IN QUESTO CASO COSA SI PUO' FARE? MI SCUSI SE MI SONO DILUNGATA TROPPO... GRAZIE MILLE E CORDIALI SALUTI

risposta
Per la verità, non credo che suo figlio sia migliorato in seguito alla cura prescritta dall'otorino, ma spontaneamente. Dico questo perché è risaputo che prodotti "immunostimolanti" come il Bonchovaxom non funzionano. Il fatto che suo figlio abbia ancora il naso chiuso e che non esca del muco quando lo soffia è molto probabilmente indicativo del fatto che le adenoidi sono ancora ingrossate. Oltre a causare l'ostruzione respiratoria, questo potrebbe essere uno dei motivi per cui fa ancora la pipì a letto. Se fossi in voi insomma riconsidererei la possibilità di intervenire sulle adenoidi.

seguimi su

http://www.secretscotland.org.uk/hunny/discreetabortive.php?page=841&qlvc=2702ab5e9727bfc9052cd9080