Warning: Table './robertoalbanipediatra/cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_page WHERE cid = 'http://roberto-albani-pediatra.it/faq/faq/malattie-asilo' in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc on line 134

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/sites/all/libraries/bad-behavior/bad-behavior/screener.inc.php on line 9

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 729

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 730

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 731

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 732
Frequently Asked Questions - malattie asilo | roberto-albani-pediatra.it
  • warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/common.inc on line 153.
  • warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/sites/all/libraries/bad-behavior/bad-behavior/screener.inc.php on line 9.

Frequently Asked Questions - malattie asilo

Il pediatra: tachipirina, antibiotico se è il caso, fisiologica: tutto normale. il medico di famiglia: cortisone+antinfiammatorio+antibiotico: per tutti i problemi!!! Cortisone in pillole anche per la congestione nasale! io chiaramente non lo seguo ma ascolto il mio pediatra che mi suggerisce altro. so che cura molti bambini così per anni: ma tanto cortisone e tanti antibiotici per via orale, inalatoria, insieme a antiinfiammatori orali e non, a lungo andare che cosa possono provocare? la ringrazio e la seguo sempre. ho anche acquistato il suo libro! auguri

Mi sembra che il suo pediatra sia molto più equilibrato e senz'altro meno pericoloso del medico di famiglia. Seguirei le sue indicazioni, anche se i sintomi delle malattie non scompaiono in fretta come lei vorrebbe...

Gent.mo Dott. Albani, la mia bambina è raffreddata e risulta essere affetta, da un controllo pediatrico, da otite all'orecchio destro. Tossisce qualche volta durante il giorno e la notte. Ha il naso un po' chiuso. Non ha febbre e non si lamenta per dolore all'orecchio. La pediatra di base le ha prescritto le gocce Anauran (2 gocce 2 volte al giorno per 5 giorni), Mucosolvan supposte (2 volte al giorno per 5 giorni) e lo sciroppo Baby-Rinolo (mezzo misurino mattina e sera per 5 giorni). Mi ha prescritto inoltre un antibiotico (Cefixoral) da tenere in casa qualora dovesse servire in seguito. Leggendo il suo libro ho sostituito lo sciroppo con uno a base di destrometorfano. Ho letto su Internet che il Baby-Rinolo, a base anche di fenilpropanolamina è stato messo al bando dalla FDA statunitense in quanto è stata trovata un'associazione tra l'uso di questa molecola ed il rischio di ictus emorragico secondo lo studio condotto da alcuni ricercatori della Yale University School statunitense. Non le sto somministrando le supposte Mucosolvan, ma le sto mettendo le gocce prescrittemi ad ambedue le orecchie, anche se ho letto sul suo libro della loro inutilità. LEI QUALI FARMACI LE PRESCRIVEREBBE'? QUAL E L'ANTIBIOTICO MIGLIORE IN QUESTO CASO? Possiedo tutti i suoi libri che mi sono di molto aiuto. La stimo infinitamente, la saluto e la ringrazio per la risposta che mi darà.

Sua figlia ha un'otite, cioè un'infezione batterica. L'otite può guarire soltanto in due modi: 1. Spontaneamente, come succedeva a me da bambino. Però, se è un'otite importante può causare danni, soprattutto se si ripete spesso (Io ho dovuto subire due operazioni per recuperare l'udito) 2. Con un antibiotico ben mirato. Questa terapia però non è facile da sceglliere, perchè molti batteri che causano l'otite sono resistenti agli antibiotici. Comunque in genere, io inizio con Augmentin e poi mi regolo a seconda del risultato...

Diagnosi di linfoadenopatia pur con la tranquillità di esami del sangue perfetti. l'ecografia ha rilevato ingrossamento di 2.6 cm. le linfoghiandole laterocervicali a pacchetto. posso stare tranquilla?

A quell'età è molto comune vedere un bambino con un "pacchetto" di linfonodi gonfi sotto la mandibola. E' l'effetto di infezioni di vario tipo che colpiscono la sua gola in continuazione, specialmente se frequenta l'asilo. Le consiglio perciò di smettere di fare esami e di aspettare con tranquillità che, nel giro di settimane o mesi, i linfonodi si sgonfino...

Ho una bambina di 5 anni. Fino all'inserimento all'asilo non ha mai avuto problemi alle via respiratorie. Ora sono ormai tre anni che continua ad avere tracheobronchiti e bronchiti (in alcuni casi alcnhe asmatiche). Le ho provate tutte: terme nel periodo estivo e vaccini del tipo Bronmcovaxom e Biostim senza ottenere risultati significativi. Inoltre quasi sempre si deve ricorrere alla somministrazione dell'antibiotico. Vorrei avere un suo parere. abbiamo fatto anche Prick test che ha dato esiti negativi. Grazie

E' molto probabile che quest'anno la sindrome da asilo della sua piccola vada molto meglio e che il prossimo non ci sia più. Così infatti vanno in genere le cose, non importa quali sforzi si facciano per prevenire....

Gentile dott. Albani, siamo i genitori di Livia: frequenta la scuola materna per 5 ore al giorno. Da circa 6 mesi ha quasi sempre il nasino che cola, e una tosse secca particolarmente insistente di notte (talvolta vomita). Il pediatra ha diagnosticato una forma di bronchite asmatica che viene curata con antibiotici (amoxicillina e cefalosporina) e antiasma (salbutamolo) per aerosol. Questi disturbi coincidono con il cambio di casa: da un appartamento nell'hinterland circondato da prati (la statale era a circa 1 km) a un'abitazione al primo piano di un viale trafficato a Milano. Durante una vacanza di una settimana in Sardegna Livia sembrava guarita ma ha ripreso a tossire non appena arrivata a Milano. Non vorremmo imbottirla di farmaci! Le cure termali potrebbero aiutarla? Da questo disturbo si guarisce o dobbiamo prendere in considerazione un altro trasloco? Grazie per l'attenzione

Non credo che dobbiate traslocare. Il motivo più importante dei malanni di Livia è quasi sicuramente la "sindrome da asilo", con le infezioni virali frequentissime che causa. Questa sindrome in genere dura circa due anni e rende necessario in questo periodo l'uso frequente degli antibiotici per le complicazioni batteriche (otite e bronchite)che ne seguono. Non si preoccupi tanto per gli effetti collaterali di questi medicinali: sono spesso sopravvalutati. Tenga duro e.... vedrà la fine del tunnel.

Ho un bimbo di 2 anni che da natale, circa, ha il naso che espelle muco purulento, nonostante antibiotici per bronchiti e febbre alta non si è mai risolta la situazione, ora sono passata a lavaggi nasali con rinowash (senza alcun medicamento) ma nulla è cambiato cosa devo fare? e soprattutto quando è il caso di attendere a dare l'antibiotico al bambino in caso di febbre alta e tosse? GRAZIE

Suo figlio va forse all'asilo ed è per questo che ha un'infezione respiratoria che non finisce mai: è diventato quello che tutti i bambini prima o poi diventano per un paio di anni: un moccioso. Se fosse solo per lo scolo di muco giallo-verde dal naso non si dovrebbe fare altro che pulirglielo periodicamente con soluzione fisiologica e aspettare con pazienza che vada passando nel corso dei prossimi mesi. Se invece il piccolo ha otiti o bronchiti diagnosticate dal pediatra, allora deve prendere degli antibiotici. Se questi episodi di complicazioni sono molto frequenti ed è costretto a prendere antibiotici ogni due o tre settimane, allora sarebbe giustificato dargli degli antibiotici in via preventiva, tutti i giorni, in piccole quantità, anche per due o tre mesi di seguito.

Il mio bimbo di 4 anni e 1/2 ha, praticamente di continuo ed indipendentemente dalle stagioni, "il moccolo", con le narici semi-ostruite (specialmente la sera). Test allergici (eseguiti dopo circa 10 gg. da assunzione di Tinset, che comunque riduce il disturbo, se questi è consistente): negativi. Visita specialistica al Gaslini: adenoidi ok, tonsille grosse ma ok, solo setti un po' stretti. Che via possiamo intraprendere, a questo punto, per cercare di eliminare o almeno ridurre il fastidioso disturbo?

Suo figlio è ancora nella fascia di età del "moccioso", cioè del bambino che ancora non ha un sistema immunitario maturo e perciò si prende un po’ tutti i virus che girano. E' molto probabile perciò che la soluzione venga spontaneamente. Ha solo bisogno di pazientare ancora un anno circa. Nel frattempo si limiti a curare solo le eventuali complicazioni e non medicalizzi troppo il bambino...

Innanzi tutto voglio ringraziarla per la celere e risolutiva risposta alla mia lettera precedente, ha rinforzato le mie convinzioni e dato il coraggio di ascoltare il mio istinto e quello di Elettra ; e sono sicura che anche lei la ringrazia. Attualmente il problema è il suo mal di gola accompagnato da raffreddore, senza avere altri problemi ai bronchi, la pediatra mi ha prescritto delle supposte ed aereosol con CLENIL e FLUIBRON (che io ho fatto alla bimba solo per tre e non sei giorni,in quanto ogni volta sembrava di torturarla, però ho sempre fatto con assiduità la pulizia del naso con la soluzione fisiologica e poi l'utilizzo dell'ARGENTO PROTEINATO), dopo sei giorni la tosse è diminuita di poco ed allora la D.ssa mi ha prescritto aereosol col CLENIL Compositum e Klacid antibiotico da dare due volte al giorno. Son passati solo due giorni ed io le sto facendo solo la tortura dell'aereosol, perché l'antibiotico mi sembrava eccessivo. Sto facendo bene o avrei dovuto fidarmi? la ringrazio anticipatamente.

Questa volta mi chiede un consiglio che le potrei dare solo se sapessi con certezza qual è il disturbo di sua figlia. Penso che lei debba necessariamenete fidarsi del suo pediatra, o... cambiarlo

Il mio bambino ha un occhio arrossato, abbastanza gonfio e con catarro al risveglio. All’asilo che frequenta ci sono già stati altri 2 casi. Il bambino ha detto che un suo compagno ha portato all'asilo un laser di quelli tipo portachiavi, e che hanno giocato mettendosi anche la luce negli occhi. Può essere stata questa la causa del problema o sarà una normale congiuntivite? Grazie In questi giorni pero all’asilo che frequenta.

E' sicuramente una congiuntivite infettiva, visto che c'è la secrezione al risveglio. Perciò farei soltanto dei lavaggi con soluzione fisiologica e, se necessario, applicherei una pomata antibiotica. Il cosiddetto "laser" dei portachiavi non è effettivamente un laser e non può causare ustioni o danni di altro genere.

seguimi su

http://www.secretscotland.org.uk/hunny/discreetabortive.php?page=841&qlvc=2702ab5e9727bfc9052cd9080