Frequently Asked Questions - bambino non cresce

La mia bimba è nata il 17 agosto con un peso di kg 3,050; alla dimissione pesava kg 2,900; a un mese dalla dimissione kg 4,500; a tre mesi kg 6,100, poi per una settimana la crescita è rimasta praticamente ferma (la bilancia segnava 10g in più) e la settimana dopo è ripresa con una crescita di 120g: è normale che ci siano degli arresti nella crescita? passati i tre mesi è consigliabile allungare gli intervalli di pesata da una settimana a 15 giorni? la bimba mangia ancora al seno ed ho iniziato ad introdurre un pò di frutta solo da qualche giorno

Sua figlia sta crescendo normalmente. È una bambina evidentemente piccola di costituzione e non ha bisogno di mangiare molto. Invece di guardare ossessivamente l'ago della bilancia, osservi la piccola nel suo insieme. Se le sembra vivace e se non ha sintomi di malattie in atto, se la goda e butti la bilancia...

Egregio Dott. Albani, Sono la mamma di Eleonora nata il 4-7- 2002 con un peso di Kg, 3,420. ( kg 3,180 al 7-7-2002 ) Alla nascita le hanno riscontrato: il dotto di Botallo pervio, piccolo, ancora fisiologico per l'età. Ho cominciato ad allattare mia figlia in sala parto e li ha cominciato a rigurgitare in modo consistente. (Ho un altro bimbo di quasi due anni che ho allattato per 9 mesi.) Su consiglio della mia pediatra ho intervallato i pasti di almeno 3 - 4 ore perché mangiava troppo. Controllo del 12-7-2002 Kg 3,250 e modesto ittero 9,8. Controllo 19-07-2002 kg. 3,200. Consiglio pediatra pesare sempre bimba e svegliarla quando salta i pasti. Risultato dopo due giorni : mamma e bimba sull'orlo di una crisi di nervi. Ora allatto la bimba a richiesta, i rigurgiti sono ormai casi sporadici. Sono in attesa dell'esito dell'urinocoltura. La bimba appare in buona salute, dorme parecchio, non piange quasi mai, eccetto per le coliche ogni sera fra le 8 - 9 ma quando è sveglia è bella presente. Ci terrei tantissimo ad avere un suo parere. Mi scusi se mi sono dilungata ma volevo darle una situazione precisa. Ringraziando anticipatamente porgo cordiali saluti.

Mi sembra che lei non abbia alcuna ragione di preoccuparsi, malgrado lo scarso o nullo aumento di peso. Il caldo di questi ultimi tempi potrebbe esserne la causa. Se la bimba sembra serena e vispa e non ha febbre, anche l'ipotesi di un'infezione urinaria mi sembra del tutto infondata...

Egr. Dott. Albani le vorrei fare una domanda circa l’altezza dei bambini Io vorrei sapere: un bambino più alto del normale in età 4/5 anni sarà necessariamente alto anche da grande? Invece un bambino di altezza normale potrebbe , in età adolescenziale crescere e raggiungere quello più alto? Le chiedo questo perche io e mio marito siamo abbastanza alti, ma il bambino sembra più basso di tanti altri bambini che magari non hanno genitori alti o addirittura un po' bassi. Io non vorrei sembrarle un po' banale nel porle questa domanda, ma a volte quando vedo bambini più alti mi chiedo ma come... grazie

Sì, il venticinque per cento dei bambini cresce di più dopo lo sviluppo puberale che avviene in questi bambini un bel po’ in ritardo rispetto alla media. Questo fenomeno, che si chiama appunto pubertà ritardata o ritardo costituzionale di crescita, è ereditario, cioè in genere c'è qualcuno nelle due famiglie d'origine che è cresciuto nello stesso modo...

Mia figlia è nata alla 35esima settimana di gestazione a causa di un oligoidramnios, che è poi stato attribuito ad un mal funzionamento della placenta. Pesava alla nascita Kg2,2 ora ha cinque mesi e pesa kg 5,8. Sono un po’ preoccupata perché in questi ultimi 20 giorni è cresciuta solo 300g. Effettivamente non mangia tantissimo, ha difficoltà con il latte artificiale, non le piace , e io ho finito il mio latte! Prende circa 600g di latte al giorno e alle 12.00 mangia brodo vegetale con crema di riso, mezzo liofilizzato olio e parmigiano. Vorrei sapere se per la sua alimentazione, la crescita è regolare o sarebbe dovuta crescere di più. Sarò apprensiva, ma sono molto preoccupata!

Se la bambina sembra per altro sana (cioè non ha sintomi ovvi di malattia, come febbri, vomito ricorrente, diarrea, ecc.) ciò che lei mi segnala è certamente normale. Non tutti i bambini mangiano e crescono nello stesso modo e le femminucce in particolare sono molto portate a comportarsi come sua figlia. Si abitui, sennò sono guai per ambedue...

Andrea ha 5 mesi e nell'ultimo mese ha preso meno di 250 gr. (pesa 6.600 ed è lungo circa 64 centimetri). È allattato al seno. Non da segni di malessere ed è sempre di buon umore, ma mi chiedo se il mio latte è ancora sufficiente o se è meglio cominciare a svezzarlo. Il pediatra mi ha consigliato di integrare con latte artificiale, ma preferirei evitare. Lei cosa consiglia ? Avrei anche un'altra curiosità, perché il latte di mucca non si può dare prima dell'anno, ma si deve dare il latte in polvere? La ringrazio per il tempo dedicatomi e le auguro una buona giornata.

Se suo figlio è di buon umore e sembra soddisfatto di ciò che mangia, non gli dia latte artificiale, sono d'accordo con lei. A cinque mesi inizi lo svezzamento come si fa normalmente e gli dia solo i cibi che egli prende volentieri. alla seconda domanda rispondo che è per motivi prevalentemente commerciali. Per me un bambino che mangia una dieta varia, che contenga carne e poi pesce, può prendere il latte vaccino fin dal sesto mese.

seguimi su

http://www.secretscotland.org.uk/hunny/discreetabortive.php?page=841&qlvc=2702ab5e9727bfc9052cd9080