Warning: Table './robertoalbanipediatra/cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_page WHERE cid = 'http://roberto-albani-pediatra.it/faq/faq/allattamento' in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc on line 134

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/sites/all/libraries/bad-behavior/bad-behavior/screener.inc.php on line 9

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 729

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 730

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 731

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/bootstrap.inc on line 732
Frequently Asked Questions - allattamento | roberto-albani-pediatra.it
  • warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/common.inc on line 153.
  • warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/includes/database.mysqli.inc:134) in /var/www/vhosts/roberto-albani-pediatra.it/httpdocs/sites/all/libraries/bad-behavior/bad-behavior/screener.inc.php on line 9.

Frequently Asked Questions - allattamento

Buongiorno. Avrei bisogno di una piccola consulenza. Sono una ragazza di 27 anni e sono alla mia 2° gravidanza, il primo bambino l'ho allattato per circa 4 mesi, ed ora che sono alla 2° gravidanza, non ho dolore al seno e non si è neanche ingrossato. Significa che non potrò allattare il mio 2° bambino perché le ghiandole del latte non si sono sviluppate? Ringrazio anticipatamente per la disponibilità accordatami.

No, non si preoccupi. Non è necessario che lei avverta un inturgidimento del seno durante la gravidanza perché si formi il latte dopo il parto. aspetti tranquilla e vedrà che tutto andrà bene.

Il bambino ha 22gg. è allattato in parte al seno ed in parte con latte Formulat 1 Pregel. Quando mangia una quantità superiore di latte formulato, spesso e quasi subito lo rigurgita per buona quantità. Poi ha di nuovo fame, tende ad attaccarsi al seno, facendo si che la poppata si protragga per un tempo considerevole. Il problema, invece, non sussiste, allorquando l'allattamento avviene esclusivamente o quasi del tutto al seno.

Suo figlio probabilmente soffre di un lieve reflusso gastro-esofageo, che va molto meglio se il piccolo è allattato esclusivamente al seno, perchè il latte materno richiede meno acido per essere digerito.

Il mio bimbo ha 50 giorni volevo sapere se la quantità di latte che prende è giusta: prende il mellin 1 dai 120 ai 150 ml a poppata per 8 volte il giorno (ogni 3 ore). A volte non ce la fa ad arrivare a 3 ore ma ha fame prima devo per forza aspettare che siano passate le tre ore o glielo posso dare anche un pò prima?Un ultima domanda perchè il latte avanzato va sempre nuttato via? La ringrazio in anticipo per la sua disponibilità e per aver aperto questo sito che ritengo utilissimo avendo 2 bimbi. Grazie.

Evidentemente il suo piccolo ha bisogno di crescere più della media. Bisogna sempre fargli mangiare la quantità che vuole, ogni volta che ha fame, anche se non sono passate le fatidiche tre ore. Il latte che rimane può essere tranquillamente usato nella poppata successiva. Quella regola scritta sulle scatole serve a vendere più latte...

Il bambino da 2 settimane è passato dall'allattamento misto: latte materno + latte vaccino (Vivena 1) al solo latte materno o quasi (stiamo cercando con fatica di fargli bastare il latte di mamma) e da allora ha dato segni di stitichezza (cosa che prima non accadeva)non va di corpo per due tre giorni di seguito. E' un problema?

Non è un problema di salute, perché non può avere conseguenze fisiche importanti. E' però un potenziale disagio e perciò val la pena fare qualcosa di semplice e innocuo per darvi sollievo. Basta aggiungere del lattulosio (Laevolac sciroppo) un cucchiaino per ogni poppata artificiale e si ottiene il risultato di ammorbidire le feci senza effetti collaterali. La cosa può essere protratta per tutto il tempo che sembra necessaria senza neanche pericolo di assuefazione.

Lorenzo assume solo 120gr. di latte nell'arco della giornata,pesa 6.9kg ed è alto 66cm la pediatra imputa al poco latte assunto la sua scarsa crescita come mi devo comportare, posso provare a dargli il latte vaccino? grazie

Se il piccolo, malgrado il poco latte che prende, sembra essere vivace e in buona salute, sono molto dubbioso sul giudizio della pediatra. Un bambino sano sa regolarsi perfettamente col cibo. Il ritmo di crescita è diverso per ciascun bambino poi e non bisogna mai fissarsi sul responso della bilancia. Il latte vaccino può essere tranquillamente dato a un bambino dopo i sei mesi, ammesso che mangi regolarmente la carne.

gentilissimo dottore Albani, vorrei sapere quanto è importante il latte materno. Quali sono i vantaggi per il piccolo che viene allattato al seno?

Sarò sinteticissimo, altrimenti dovrei essere troppo prolisso: il latte materno è molto importante, ma non è giusto farne una religione. A mio avviso, l'allattamento al seno deve essere un'esperienza positiva, serena. Se diventa un'esperienza faticosissima, frustrante, piena di ansia, non credo valga la pena persistere...

Ho una bimba di due mesi e mezzo che allatto esclusivamente al seno, ma spesso ci sono giorni in cui il latte sembra proprio che non ci sia, nonostante beva molto, non sia a dieta e non lavori. Poi mi hanno detto che il prezzemolo (abbondante nei minestroni surgelati) faccia andare via il latte... E' vero? Cosa mi consiglia per non demoralizzarmi??

Innanzitutto di non ascoltare tutte le cretinate che le vengono offerte dalle persone ignoranti che la circondano. Sappia che un bambino si sa regolare bene da solo e lei si può fidare del tutto dei segnali che la sua bimba le manda. Se sembra abbastanza soddisfatta di ciò che mangia, malgrado talvolta il latte scarseggi, lei vada avanti senza ascoltare nessuno e si faccia aiutare solo dal pediatra a controllare che la crescita della sua piccola sia normale.

Mio figlio Mattia, di 10 mesi e mezzo, è sempre stato allattato al seno senza alcun problema, e anche l'introduzione delle pappe è avvenuta in modo naturale, lasciando 2-3 poppate al giorno. Durante le vacanze di Natale siamo andati dai nonni qualche giorno, lui si è ammalato, quando siamo tornati aveva ancora febbre e mal di gola. Di colpo ha smesso di prendere il seno. Prima ho cominciato a darmi leggeri morsi e staccarsi, senza provare a succhiare, dopo qualche giorno di insuccessi ho provato in un momento in cui era più tranquillo e per un po' di volte si è attaccato, ma mi sembrava che ciucciasse 'debolmente'. Mi sono infatti poi accorta che 'biascicava' il capezzolo come un ciuccio, quindi non ha mai stimolato la produzione e ora credo di non avere più latte (i problemi sono iniziati ormai sei giorni fa). C'è qualcosa che posso fare? Vivo questo momento in maniera molto dolorosa, perché sento che è avvenuto in modo non naturale, come se fosse successo qualcosa. Infatti il bambino è nervoso, ha difficoltà ad addormentarsi come se gli mancasse quel momento, e ha ripreso a svegliarsi la notte piangendo anche per due ore consecutive inconsolabile (ma anche in quei casi non vuole attaccarsi). Grazie per il Suo aiuto.

Ogni distacco, non importa come avvenga, è doloroso e causa qualche turbamento, in ambedue, madre e bambino. Se si cercasse di evitare a un figlio qualsiasi sofferenza, gli si impedirebbe di crescere. Ciò che sta succedendo a lei è molto comune. E' proprio così che un bambino abbandona spontaneamente il seno, appunto perchè "aiutato" da qualche episodio che lo fa "disamorare". Lasci che passi questa fase, vedrà che il rapporto diventerà più maturo e godibile, se si fida.....

Il bambino (9 mesi) prende ancora il latte materno 3 volte al dì. A quanti mesi devo smettere completamente di allattare al seno? Devo interrompere completamente o calare gradatamente il numero di poppate giornaliere?

A questo punto lei non dovrebbe seguire una regola rigida, ma fare con l'allattamento al seno ciò che le risulta più comodo e gradevole. Ovviamente, non si aspetti che suo figlio accetti di smettere di prendere il seno di buon grado. Ricordi però che per un bambino avere dei limiti, per quanto doloroso, lo aiuta a crescere come persona...

Il mio bimbo è nato di 35 settimane. Subito tirava benissimo dal mio seno,poi dopo un forte ittero il pediatra mi ha consigliato di dargli il mio con il biberon. Ora ha 24 giorni e dal seno tira pochissimo. C'è speranza che si riattacchi? P.S. cresce bene (800 gr in tre settimane)

Veramente non capisco la ragione del consiglio del suo pediatra, mi sembra proprio stravagante. Comunque ora, anche se tentare non nuoce, è improbabile che lei riesca a disabituare il suo piccolo dal biberon..

Rudy quando e' nato non si e' voluto "attaccare".Ha cominciato un poco al 2 mese. Nel frattempo ho tirato il latte ,che e' sempre stato pochissimo. Ultimamente non vuole più il seno. Io sono frustrata per questo. Volevo trasmettergli più anticorpi possibili. COME POSSO FARE PER AUMENTARE LA PRODUZIONE DEL LATTE?SONO SEMPRE IN TEMPO?LA PRODUZINE DEL LATTE 'SE NON E' STIMOLATA DAL BAMBINO ,FINO A QUANTO DURA?VORREI DEI CHIARIMENTI E DEI CONSIGLI.(ho già usato il tiralatte,ma la produzione non e' aumentata;circa 40-50 grammi).GRAZIE!

Cara Eleonora, come lei forse sa, io sono ovviamente un fautore dell'allattamento al seno. Tuttavia penso anche che persone che si trovano nella situazione nella quale è lei in questo momento possono cadere vittime di una certa "santificazione" del latte materno. Lei ha già fatto tutto ciò che poteva ragionevolmente fare per stimolare il seno a produrre il latte, ma suo figlio evidentemente ha avuto un forte "imprinting" con il biberon e non credo, per la mia esperienza, che lei possa convincerlo ora a riprendere a succhiare esclusivamente al seno. Conosco bene cosa si dice negli USA a proposito di latte materno, ma a me sembra che, come spesso succede agli statunitensi, si sia andato da un eccesso a un altro. Non si lasci trascinare nella disperazione se non riuscirà a portare a termine questo compito. Fare la madre è una cosa molto più complessa e importante

io figlio ha quasi 8 mesi e lo sto ancora allattando (oltre che svezzando). mi pare che il mio latte stia diminuendo. Come mi regolo?

a quell'età per me lei potrebbe anche iniziare a dargli il latte fresco intero.

Gentile Dottore, ho partorito una bimba il 29/05/02. Alla nascita pesava gr.2950, da quando è a casa il suo peso ha raggiunto i gr.3930, crescendo molto di più dei 150/200 gr a settimana. E' forse sovralimentata? La ringrazio per la risposta.

Ma no, è molto più probabile che la bimba abbia ereditato delle dimensioni sopra la media e che perciò stia semplicemente seguendo il suo normale destino biologico. Ricordi che un bambino così piccolo non mangia mai per ingordigia...

seguimi su

http://www.secretscotland.org.uk/hunny/discreetabortive.php?page=841&qlvc=2702ab5e9727bfc9052cd9080